lunedì 23 marzo 2009

16

A tutta la truppa di MaKiTeVole




Baby I love you, Ramones.

16 commenti:

xenia ha detto...

maaaa, che è Gino Paoli che suona il violino?carina la band, specie il cantante o la cantante o il cugino It.
l'incontentabile rompipampani

api ha detto...

te ti piace solo quella là, il fringuello del maciu picciu.

Ben ha detto...

Api dalle conoscenze musicali infinite!
Ehi, pss (sottovoce): Hai visto il batterista? E' tale e quale a me, anche se ora porta una pettinatura leggermente diversa.

xenia ha detto...

no, mi piace anche Giusi quella che canta:
naaaantiscardarrrmaidimè
etcetcetc
e i Blues Brothers, quelli li adoro.
everybody need somebody
toooo loveee
aiuto, so' cotta.

xenia ha detto...

no, mi piace anche Giusi quella che canta:
naaaantiscardarrrmaidimè
etcetcetc
e i Blues Brothers, quelli li adoro.
everybody need somebody
toooo loveee
aiuto, so' cotta.

xenia ha detto...

che accade? ho combinato un pasticcio?

Ben ha detto...

xenia, forse stavamo inviando contemporaneamente un commento

xenia ha detto...

grazie Ben gentile. ma resto drolla. e no, non somigli al batterista, ne' agli altri mamuthones.

Vlad ha detto...

Api, Xenia è non ha l'età giusta per i Ramones.
Noi, che avevamo circa 16 anni (che strano...) li abbiamo 'vissuti' direttamente, i nostri figli ora li riscoprono dopo trent'anni.
Baby I love you

Vlad ha detto...

... e Ben cosa ascoltava?
Considera che io allora ascoltavo anche Vivaldi e Bach

Ben ha detto...

La musica classica non l'ho mai retta.
A 16 anni o giù di lì? Fammi pensare: Pink floyd, Genesis, Eagles, Supertramp, Zero. Poi mi piacevano anche i mitici anni 60 che in quegli anni erano tornati molto di moda. E poi c'era anche il miglior periodo della musica disco. Erano gli anni delle feste in casa. Ma ve li ricordate i lenti? Le femmine sedute e noi maschietti si girava, si girava per cercare la ragazza più carina.
Una volta feci una figura...
Che figura!

Vlad ha detto...

Ahi, ahi, ahi.
Cosa significa 'la musica classica non l'ho mai retta'? Come dire 'la musioa non l'ho mai retta'...
Ben, mi hai offerto l'occasione per porre al mondo questa domanda:
VI SIETE MAI CHIESTI PERCHE' SPESSO SI CONSIDERA LA MUSICA CLASSICA UNA COSA INCOMPRENSIBILE (O NOIOSA, PROPRIO PERCHE' INCOMPRENSIBILE) E L'ARTE CONTEMPORANEA 'NON ARTE' (PROPRIO PERCHE' INDECIFRABILE)?

maria ha detto...

Vlad,
non so rispondere alle tue domande ma, per quanto riguarda la musica classica, posso dirti che per me fondamentale per la "comprensione" che, comunque, rimane soggettiva, fu un incontro che mi educò all'ascolto.
Da bambina conoscevo qualche aria di musica lirica perché mio padre ne era appassionato, ma il primo vero incontro con la musica classica avvenne in prima media. L'insegnante di musica entrò in classe, si presentò, appoggiò un giradischi sulla cattedra e ci disse che ci avrebbe fatto ascoltato un brano e su quello avremmo dovuto scrivere le nostre impressioni.
Il primo dei tanti fu:
"Nelle steppe dell'Asia Centrale" di Borodin.
Pensate che ancora associo a questo splendido brano le immagini che mi evocò e che scrissi allora.

Vlad ha detto...

Cara Mary,
con la tua risposta, hai già risposto...

Ben ha detto...

Significa, Vlad, che devo prenderla a piccole dosi. Non metto in dubbio la qualità e la bravura dei compositori, ma se dovessi ascoltarla per un tempo prolungato, come quello di un normale cd, avrei enormi difficoltà ad arrivare in fondo.

Vlad ha detto...

Caro Ben, non parlavo della qualità (anche nella musica classica, come in ogni cosa, ci sono i bravi, i geni e gli ordinari.
Parlavo del senso della musica in generale che, come ogni cosa, non deve essere ridotta schematicamente a categorie.
E' lo stesso principio (curiosamente il contrario di quello che riguarda la musica) che governa un senso purtroppo diffuso tra le persone che considerano tutto ciò che è antico 'bello' e tutto ciò che è moderno 'brutto'.

Archivio blog