martedì 27 gennaio 2009

17

Attenzione: animali selvatici

Caprioli e cinghiali, terrore delle strade provinciali

Uno guida tranquillo per la sua strada quando all’improvviso, di lato, spunta un capriolo che si schianta sulla fiancata. Non si contano le richieste di risarcimento danni all’ente provinciale per sinistri causati da animali selvatici.
Nel 2003 al signor Carlo B., mentre viaggiava in auto nei pressi di Fornovo Taro, è capitato persino di essere investito da un intero branco di cinghiali che lo hanno fatto uscire di strada: 8.600 euro di danni.

http://parma.repubblica.it/dettaglio/Buche-caprioli-e-ghiaccio:-Comune-e-Provincia-in-tribunale/1581079?edizione=EdRegionale

Vi chiederete perché mai mi sia venuto in mente di postare questa notizia.
In tre anni e mezzo di residenza qui abbiamo già avuto due incidenti (il primo di circa 2000 euro di danni all'automobile) causati da caprioli.
Dopo il primo incidente ci siamo informati e abbiamo saputo che, poiché la Provincia si premunisce mettendo un cartello di pericolo a ogni chilometro, non c'è modo di potersi rivalere.
Ci è stato anche detto di evitare di iniziare procedimenti legali perché avremmo rischiato, oltre che pagare avvocato e spese processuali, di dovere risarcire pure l'animale.

E' la prima volta che sento parlare di questo Ente... mi auguro che non vi capiti mai, ma nel caso, sappiamo tutti a chi rivolgerci.

17 commenti:

Anonimo ha detto...

cara signora api ho visto un blog a dir poco abbandonato.......
come mai.....
tutti i letterari sono scomparsi ????
ma ki te vole
forse e il nome del blog ?????
ma che te lo fa fare.....
la saluto il solito anonnimo..
amico/nemico

api ha detto...

la ringrazio per la profusione di puntini e punti interrogativi e per l'interesse che tuttora mostra nei confronti di Mktv.

Non trovo che questo blog sia abbandonato, ma semplicemente frequentato da persone che parlano a bassa voce.

Trovo tra l'altro che lei abbia postato il suo simpatico commento sotto il titolo giusto.
Sarà freudiano.

Vlad ha detto...

... non solo; mi sembra che i letterati siano rimasti tutti qui. Sono spariti solo i bambini petulanti (avete presente quelle scolaresche che vanno in gita e visitano le mostre, e in cui ci sono alcuni alunni a cui non gliene frega nulla, e rompono le palle agli altri con piciù e stupidaggini simili?...).
Quei bambini petulanti vengono portati dal preside per le orecchie, vengono sospesi una, due, tre volte e poi vengono inevitabilmente bocciati a fine anno.
Magari durante l'anno tentano di andare a ripetizione in altri blog e forum, ma anche lì non riescono a trattenersi e fanno una pessima figura.
Che tristezza!

Massimo ha detto...

Non solo caprioli, ma anche cinghiali..., direi.

api ha detto...

da noi ora si suicidano solo i caprioli, e bastano e avanzano, ma Vlad e io, dieci anni fa, abbiamo visto una mamma di cinghiale con i suoi nani tutti in fila ce ci ha attraversato la strada.
Per fortuna abbiamo avuto tutto il tempo di frenare e goderci la scena...

Ben ha detto...

A me un editor ha detto che i puntini di sospensione sono sempre 3.
Alcuni esempi? (un solo punto interrogativo)
come mai...
fare...
certi interventi...

Mik ha detto...

Chissà quante persone lavorano in questo ente...

api ha detto...

e chette frega.
anzi, no, prova a sentire, magari hanno bisogno proprio di un filosofo!!!!

Mik ha detto...

Io però mi candido come animale selvatico...

Vlad ha detto...

Hai ragione caro Ben; certo che i puntini sono tre e il punto interrogativo uno, e magari le enne di anonimo non sono doppie...
Del resto un editor ha studiato e si occupa di letteratura... mica di aforismi d'amore da stampare sulle cartine dei 'baci Perugina' tipo piciù, ciccì, coccò...

api ha detto...

Bene, stamattina, quando ho aperto la porta di casa agli apivladdogs, mi sono trovata sul campo di fronte (4 metri dal mio naso e dai tartufi dei cani) uno splendido esemplare di capriolo maschio enorme che ci ha guardato un po' basito.
Per un istante, visto il patrimonio intellettivo degli erbivori, mi è venuto da pensare che, per la paura, il genio si buttasse sotto l'Apipanda - parcheggiata - o contro la recinzione.
Per fortuna il quadrupede cornuto ha deciso di scappare per il prato.
Nel primo caso, forse non avrei potuto dimostrare che l'auto era parcheggiata, ma sarebbe stato carino, nel secondo caso, andare a questo ente e dire che l'animale era stato investito da casa mia.
In quest'ultima situazione, secondo voi, avrebbero pagato i danni?

api ha detto...

è il post giusto:
holy, stai attenta a quel disgratissimo essere di mik.
mi raccomando, bevi solo bibite in lattine, non dargli troppa confidenza, non sorridere troppo e non essere nemmeno troppo confidenziale, vestiti in modo monacale, senza tacchi.

sono gelosissima di tutti e due.

maria ha detto...

Monacale?
Non dubitare: sono o non sono la "holy" della compagnia?

Allora ho preso nota: non devo dargli confidenza e non devo sorridere troppo.
E se ci sedessimo a due tavolini diversi? Ideona, vero?

P.S. Certo, scrivere questo post sotto "Attenzione: animali selvatici"...sei tremenda!
Ciao, non essere gelosa: parleremo solo di te. Va bene?

api ha detto...

p.s.:

su feisbook, massimo maugeri di Letteratitudine mi ha dato un consiglio su come gestire il blog:

"Ci vuole molta pazienza e sangue freddo, Pia
E molto english self control... e il gioco è fatto."

api ha detto...

va bene, holy: la Monaca di Monza è uno stile che si addice a questo incontro troll-holy mary.
in realtà sono molto contenta che vi conosciate di persona.

Mik ha detto...

La verità è che ti stati rodendo di invidia, cara la mia smac pciu...

api ha detto...

mi statu rosicando davvero, caro il mio troll.

Archivio blog