lunedì 11 gennaio 2010

11

E' tanto che non parliamo di poesia

Ehm, questa l'ascoltiamo.

Perché il testo di una canzone arriva prima di quello di una poesia?

11 commenti:

Ben ha detto...

Ogni cosa questa sera
mi parla di te
la televisione è accesa
e davanti a me
la tua fotografia
tra i fogli e
un'ultima poesia
da scrivere
ora la mia mente vola da te
sulle pagine scritte, nel cuore ora c'è
un'ultima poesia
te la regalo, anima mia
tutto si confonde piano
tra sogno e realtà
sopra il foglio la mia mano
scivola
... e così vai via
verso il mare
dove tutto prima o poi
può finire
ora la mia mente vola da te
sulle pagine scritte, nel cuore ora c'è
un'ultima poesia
te la regalo, anima mia
ora la mia mente vola da te
tra le cose che non ti ho mai dato ora c'è
un'ultima poesia
il vento poi ti soffia via


Vi sembra la stessa cosa?

Vlad ha detto...

Perché c'è la musica, caro Ben; la musica.
E la musica, come qualsiasi cosa dell'universo, è costruita su regole matematiche (me l'ha detto Bach...).

Ben ha detto...

L'avevo messo come parte integrante della domanda, ma poi l'ho tolta, perchè davo già una risposta.
Una canzone però si ascolta, una poesia va letta. Può essere il suono della propira voce (perchè raramente ci viene letta), o il modo di leggerla a renderla, come dire, più lontana e/o meno interessante?

Matematica? Oh no, mi torna in mente il mio professore del triennio!
A proposito, prof, se mi sta seguendo, tanti auguri di buon anno, lei è stato il miglior professore che abbia mai avuto.

Vlad ha detto...

credo anch'io che la fusione musica e parole renda magica una canzone... e un testo che, nero su bianco, invece è banale.

api ha detto...

che poi sono Api.
:-D

api ha detto...

che poi sono Api.
:-D

Vlad ha detto...

'che poi sono Api' ripetuto cos'è una musica rap?...

api ha detto...

esatto, Vlad!
visto come cambia?

Ben ha detto...

oh, se passate dal Rifugio, c'è un bicchiere virtuale di spumante che vi aspetta. Anzi sono due.
Oggi pago io!

Franco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Franco ha detto...

No,no,se permettete pago io visto che sono entrato nel vostro locale,sempre se sono ben accetto.Comunque la buona poesia unita alla buona musica è come una buona crema adagiata sopra un buon pan di spagna,ma è anche vero che una buona crema o un buon pan di spagna possono essere ottimi anche da soli,si dipende dall'apprezzamento.Franco Zumbo.

Archivio blog